Pinacoteca Ambrosiana 


Milano - Piazza Pio XI, 2 

La Pinacoteca Ambrosiana di Milano, scrigno di una vasta e preziosa collezione d'arte, fu il primo museo pubblico cittadino, fondato dal cardinale Federico Borromeo con lo scopo di educare le nuove generazioni di artisti e non solo. Proprio per questo la Pinacoteca Ambrosiana ben si presta ad una serie di approfondimenti di carattere artistico e culturale, volti a presentare le molteplici sfaccettatura e la ricchezza tematica di quella che è universalmente riconosciuta come una delle collezioni d'arte più prestigiose al mondo.

 

 

TUTTE LE VISITE GUIDATE ALLA PINACOTECA AMBROSIANA PROPOSTE DA MILANOGUIDA HANNO RICEVUTO LA CERTIFICAZIONE UFFICIALE DI QUALITÀ DELLA VENERANDA BIBLIOTECA AMBROSIANA



Capolavori della Pinacoteca Ambrosiana

Visita guidata introduttiva alla scoperta della storia della Pinacoteca, dell'Accademia, della Biblioteca Ambrosiana e della straordinaria collezione che annovera capolavori di Leonardo da Vinci, Botticelli, Raffaello, Bramantino, Luini, Tiziano, Daniele Crespi, Andrea Appiani, Francesco Hayez e la celeberrima Canestra di Caravaggio.

 



"Raffaello prima di Raffaello" alla Pinacoteca Ambrosiana

Un'occasione unica per ammirare Il cartone della Scuola di Atene di Raffaello, tornato a splendere dopo un restauro durato quasi cinque anni, che mostra al grande pubblico la qualità e la grandezza artistica dell'unico cartone rinascimentale sopravvissuto fino ai giorni nostri nella sua interezza.

 



Ritratti della Pinacoteca Ambrosiana

Circa 300 ritratti, tra i quali spicca il Ritratto di musico di Leonardo, che raccontano l’evoluzione di questo genere dal Rinascimento fino all’Ottocento. Una panoramica sulla ritrattistica pittorica attraverso le opere di Tiziano, Moroni, Appiani, Hayez e scultorea grazie a Canova e alle sculture del Cortile degli Spiriti Magni: Dante, Goethe e Shakespeare.



Leonardo a Milano: dal Cenacolo all'Ambrosiana

Una rassegna completa del lascito del maestro fiorentino a Milano: visiteremo il suo massimo capolavoro, il Cenacolo; scopriremo il Ritratto di musico e il Codice Atlantico conservati alla Pinacoteca Ambrosiana insieme a diverse opere degli allievi di Leonardo che ammireremo ritratti con il maestro nel monumento di Piazza della Scala.

 



La Biblioteca Ambrosiana

La visita guidata alla Biblioteca Ambrosiana ci porterà alla scoperta di una delle più antiche e ricche biblioteche d'Italia e una delle prime al mondo per vastità del patrimonio, in cui i manoscritti, i codici e gli incunaboli costituiscono un vero e proprio museo della Storia dell'editoria annoverando capolavori di straordinaria bellezza e di valore inestimabile.



Natura e paesaggi della Pinacoteca Ambrosiana

Dalla rivoluzione di Leonardo con l’introduzione della “prospettiva aerea”, perpetrata poi dai Leonardeschi, alle opere degli artisti fiamminghi Jan Brueghel e Paul Bril, dalla Canestra di frutta di Caravaggio alle settecentesche scene bucoliche di Londonio, fino ai lavori ottocenteschi di D’Azeglio e  Bianchi e alle prove divisioniste di Previati.

 



Pinacoteca Ambrosiana, San Sepolcro, Foro Romano e Cortile degli Spiriti Magni

Il percorso prende avvio dai resti archeologici del Foro dell’antica Mediolanum romana per poi proporre al visitatore un viaggio lungo i secoli attraverso l’intero complesso dell’Ambrosiana, con una particolare attenzione alla situazione artistica milanese e all’importanza che il progetto federiciano ebbe al suo interno.

 



Scultura alla Pinacoteca Ambrosiana

Un approfondimento dedicato alla scultura: i rari gruppi dell’artista Agostino de’ Fondulis in terracotta conservati in San Sepolcro, la statua ellenistica del Laocoonte, la testa del cavallo del Monumento equestre di Marco Aurelio, la copia della Pietà di Michelangelo, la scultura funebre del Bambaia, i busti del peristilio, del Cortile degli Spiriti Magni, di Canova e di Thordvalsen.



Il museo delle meraviglie: curiosità, stranezze e misteri dell'Ambrosiana

Questo percorso valorizza alcuni cimeli e curiosità: dalla Wunderkanmmer di Manfredo Settala ai capelli di Lucrezia Borgia, dai rilievi del Monumento di Gaston de Foix del Bambaia agli astrolabi e ai coluri; alla scoperta di tutti quegli oggetti, opere e bizzarrie che rendono l’Ambrosiana un vero e proprio museo delle meraviglie.

 



 

 

 

 

 

Condividi se ti piace!