Visita guidata:

il quartiere dELLA MAGGIOLINA


Il forte legame tra Milano e il mondo dell’architettura è stato, ed è tuttora, una caratteristica peculiare del suo Dna. Da sempre la città è stata terreno fertile per architetti e urbanisti tanto da coniugare una varietà di stili molto diversi tra loro, che oggi ben rappresentano la sua ricchezza urbana. Un esempio, forse non troppo conosciuto, è sicuramente il quartiere Maggiolina, nella periferia nord-orientale, dove nel corso del Novecento presero vita diversi progetti architettonici innovativi e originali.

 

Il nostro itinerario si soffermerà sugli episodi architettonici e urbanistici più interessanti del quartiere a partire dalla progettazione del Villaggio dei Giornalisti, complesso immobiliare di piccole villette progettato dall'ingegnere Stefini in risposta alla rivendicazione da parte di Mario Cerati, redattore de "Il Secolo", di un quartiere destinato alle classi medie, in particolare a giornalisti, pubblicisti, letterati e professionisti. Il percorso illustrerà poi l'estro creativo dell’ingegnere Mario Cavallè che realizzò nel 1946 le celebri case a igloo e a fungo (queste ultime demolite, sfortunatamente, negli anni Sessanta). In via Lepanto si possono ancora ammirare alcune delle strutture sopravvissute, dalla curiosa forma a pianta circolare, ma dalla struttura pratica e funzionale.

 

Proseguendo, nei dintorni, sarà possibile vedere l'abitazione privata dell'architetto Luigi Figini che, nel 1936, terminò La Palafitta, una struttura in cemento armato sostenuta da pilastri che si ispirava ai dettami del razionalismo e agli insegnamenti del grande architetto Le Corbusier.

Arricchiscono l'itinerario due monumenti storici quali la cappella dei Santi Carlo e Vitale alle Abbadesse, sorta nel 1679 nei pressi di un antico monastero che dominava un tempo dodici ettari di prati, vigne e campi coltivati, e la splendida Villa Mirabello, dapprima proprietà di Filippo Maria Visconti poi del banchiere Pigello Portinari, committente della cappella di Sant'Eustorgio, che interpellò l'architetto Michelozzo per farne il proprio luogo di svago e delizie.

 

Un itinerario sorprendente per scoprire alcune tra le più innovative architetture della città, coniugando architettura, urbanistica, storia, ma anche idrologia, perché è sotto le strade del quartiere della Maggiolina che scorre il Seveso, il primo fiume che i Romani deviarono a Milano e che più tardi confluì nel Naviglio della Martesana.

 

 

Durata della visita guidata: 105 minuti circa

Ritrovo: 15 minuti prima

Dove: davanti alla chiesa dei SS. Carlo e Vitale alle Abbadesse, via Oldofredi 14.

La visita termina in via Lepanto.

 


 

Il prezzo comprende:

Visita guidata condotta da una guida laureata in storia dell'arte con regolare patentino di abilitazione alla professione, sistema di microfonaggio* per una migliore fruizione della visita guidata, tessera e bollino Milanoguida che permettono l'accumulo di bonus per ottenere una visita guidata gratuita a scelta

 

Totale: 12,00 euro

 

* Il sistema di microfonaggio è garantito al raggiungimento di 15 partecipanti

 

DATE DISPONIBILI PER LE VISITE GUIDATE


 

 

 

 

 

Condividi se ti piace!