Visita guidata alla Basilica di Sant'Ambrogio


 

La basilica di Sant'Ambrogio, seconda per importanza solo al Duomo, è stata costruita nel IV secolo dal vescovo Ambrogio, le cui spoglie riposano ancora nella cripta. Nel corso dei secoli la basilica subì numerosi cambiamenti: nel IX secolo con Angilberto II, cui si deve la creazione del celeberrimo altare d'oro, capolavoro di scuola carolingia; nel XI secolo, quando la basilica acquisì la veste romanica che la resero prototipo del romanico norditaliano e di cui restano innanzitutto la struttura architettonica generale e i bei capitelli figurati; nel XV secolo quando, retta dai Benedettini che incaricarono Donato Bramante della costruzione della nuova canonica; nel XIX e XX secolo coi pesanti restauri di stampo eclettico e quelli succeduti al bombardamento del 1943 che ne distrusse buona parte.

 

All'interno si conservano alcune delle opere più importanti del panorama artistico milanese come il sarcofago di Stilicone di età tardo romana, il sacello di San Vittore in Ciel d'oro coi suoi preziosissimi mosaici del V secolo, il già citato altare d'oro, il ciborio di epoca ottoniana, opere di grandi maestri come Bergognone, Luini e Tiepolo.

 

Tra storia e leggenda, la visita proseguirà nell'attiguo Museo della Basilica di Sant'Ambrogio, dove sono custoditi numerosi reperti che, a partire dall'epoca paleocristiana, testimoniano la grande importanza che la basilica ha assunto e mantenuto fino ai giorni nostri.