MILANO E LEONARDO

In occasione del quinto centenario della morte, un ricco palinsesto di iniziative per raccontare il rapporto di Leonardo con Milano


 

In occasione del quinto centenario dalla morte di Leonardo da Vinci, il Comune di Milano, in collaborazione con le principali istituzioni museali e culturali della città e della Lombardia, promuove "Milano e Leonardo", un programma di iniziative volte a scoprire e ad approfondire la figura di uno dei geni più eclettici della storia, che lasciò a Milano gli esiti più alti della sua ricerca nell'ambito dell'ingegneria, della meccanica, dell'idraulica e i vertici della sua produzione pittorica, destinati a lasciare una fondamentale eredità alla cultura figurativa lombarda del primo Cinquecento.

 

Il palinsesto vedrà il culmine il 2 maggio 2019 con la riapertura straordinaria della Sala delle Asse del Castello Sforzesco, dal 2013 interessata da un'importante campagna di restauri che ha svelato molte porzioni di disegno preparatorio della straordinaria decorazione con tronchi, paesaggi, rami e foglie realizzata attorno al 1498 per Ludovico il Moro. Il Castello Sforzesco sarà protagonista del palinsesto grazie a due altre iniziative espositive: dal 16 maggio al 18 agosto 2019 si terrà la mostra “Leonardo e la Sala delle Asse tra Natura, Arte e Scienza”, dove una ricca selezione di disegni originali di Leonardo da Vinci sarà messa a confronto con opere di artisti leonardeschi e del Rinascimento, a documentare le relazioni iconografiche e stilistiche tra la decorazione della Sala delle Asse e la cultura figurativa contemporanea, mentre dal 2 maggio al 2019 al 2 gennaio 2020 un percorso multimediale accompagnerà il visitatore alla scoperta della Milano di Leonardo, restituendo scenari e monumenti quali si presentavano agli occhi del maestro toscano durante i suoi soggiorni in città dal 1482 al 1512.

 

Palazzo Reale è lo scenario di due importanti esposizioni dedicate all'eredità artistica del maestro toscano. La prima, “Il meraviglioso mondo della natura prima e dopo Leonardo”, in programma dal 4 marzo al 23 giugno 2019, analizzerà come Leonardo sia riuscito a modificare la percezione e la rappresentazione della natura della Lombardia del Cinquecento. La seconda mostra, dal titolo “La Cena di Leonardo per Francesco I: un capolavoro in seta e argento”, in programma dal 7 ottobre 2019 al 23 gennaio 2020, presenterà al pubblico una delle primissime copie del Cenacolo: l'arazzo realizzato tra il 1505 e il 1510 su commissione del futuro re di Francia Francesco I, eccezionalmente prestato dai Musei Vaticani.

 

L'immortalità della lezione di Leonardo e la sua influenza sugli artisti contemporanei è al centro della mostra “L’Ultima Cena dopo Leonardo”, in programma alla Fondazione Stelline tra aprile e giugno 2019, con opere di Anish Kapoor, Nicola Samorì, Wang Guangyi, Yue Minjun, Zhang Huan, ispirate alla produzione del genio toscano.

 

La Veneranda Biblioteca Ambrosiana nella cui Pinacoteca si conserva il Ritratto di musico, valorizzerà le proprie raccolte con un ciclo di quattro mostre a carattere tematico che a rotazione esporranno i fogli più interessanti del Codice Atlantico, con un approfondimento sugli studi ingegneristici e militari, i progetti architettonici e i celebri studi per la macchina volante.

 

Due fogli del Codice Atlantico saranno protagonisti, nell’autunno del 2019,  della mostra “La corte del gran maestro. Leonardo da Vinci, Charles d’Amboise e il quartiere di Porta Vercellina”, allestita presso Palazzo Litta. L'esposizione sarà incentrata sulla figura del mecenate Charles d’Amboise e, grazie all’esposizione di due fogli del Codice Atlantico nei quali Leonardo disegnò l’isolato della sua residenza milanese (l’attuale Palazzo Litta), ricostruirà l’aspetto del quartiere di Porta Vercellina (corso Magenta) ai tempi di Leonardo.

 

Anticipano l'inizio ufficiale del palinsesto due importanti iniziative espositive. Dal 13 ottobre 2018 al 13 gennaio 2019 la mostra “Leonardo da Vinci: prime idee per l’Ultima Cena” allestirà proprio davanti al Cenacolo nel refettorio di Santa Maria delle Grazie una raccolta di disegni di Leonardo, utili a ripercorrere le complesse e sofferte fasi di ideazione ed elaborazione di quel capolavoro oggi famoso in tutto il mondo. Dal 19 luglio 2018 al 13 ottobre 2019 Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia ospiterà “Leonardo da Vinci Parade”, un percorso tra arte e scienza che espone le collezioni storiche con le quali il museo aprì i battenti nel 1953: i modelli di progetti e macchine leonardesche costruiti all'inizio degli anni Cinquanta e affreschi strappati di maestri del Cinquecento lombardo concessi in deposito dalla Pinacoteca di Brera nel 1952.

 

Milanoguida seguirà con le proprie visite guidate tutte le iniziative espositive del programma "Milano e Leonardo" con l'obiettivo di documentare l'ampiezza delle ricerche di Leonardo, dall'ingegneria militare all'architettura, dall'idraulica alla balistica, dal tema del volo a quello della subacquea e lo straordinario sperimentalismo iconografico e tecnico della sua pittura; il tutto con un occhio di riguardo alle sue sperimentazioni durante i soggiorni milanesi, quando oltre a lasciare in città alcuni capolavori pittorici quali, il Cenacolo o la Vergine della rocce per la distrutta chiesa di San Francesco Grande, contribuì intervenendo nel dibattito sul tiburio del Duomo e studiando il sistema delle chiuse dei Navigli. A tale scopo gli appuntamenti specificamente dedicati al programma "Milano e Leonardo" saranno affiancati dalle visite guidate ai luoghi che documentano in maniera tangibile la presenza del genio toscano a Milano, dalla Vigna di Leonardo, al Cenacolo, alla Pinacoteca Ambrosiana, al Museo della Leonardiana di Vigevano.

 

 

 

INIZIATIVE DEL PALINSESTO "MILANO E LEONARDO": 


MOSTRA "LEONARDO DA VINCI PARADE" AL MUSEO DI SCIENZA E TECNOLOGIA 

19 luglio 2018 - 13 ottobre 2019

In un percorso tra arte e scienza, i modelli delle macchine di Leonardo realizzati all'inizio degli anni Cinquanta dialogano con un'ampia selezione di affreschi di pittori lombardi del Cinquecento della Pinacoteca di Brera. Una spettacolare parata per illustrare la vastità degli interessi di Leonardo e la sua influenza sull'arte lombarda.

 

 Vai alla scheda

 



MOSTRA "LEONARDO E LA SALA DELLE ASSE" AL CASTELLO SFORZESCO 

16 maggio - 18 agosto 2019

Riapre eccezionalmente al pubblico la Sala delle Asse del Castello Sforzesco, dal 2013 interessata da un'importante campagna di restauri. Un'occasione imperdibile per ammirare uno dei capolavori di Leonardo che rivela tutta la sua sapienza di pittore scientifico, di studioso di ottica e di grande botanico.

 

 Vai alla scheda

 



PINACOTECA AMBROSIANA E CODICE ATLANTICO 

 

Fondata all'inizio del Seicento da Federico Borromeo, la Pinacoteca Ambrosiana è una delle più ricche collezioni al mondo. Spicca tra i grandi protagonisti della storia dell'arte qui conservati quello di Leonardo, di cui la Pinacoteca conserva il Ritratto di musico e di cui periodicamente si espongono a rotazione i fogli del Codice Atlantico.

 

 Vai alla scheda

 



CENACOLO VINCIANO

 

Capolavoro assoluto della storia dell'arte, il Cenacolo è l'opera rinascimentale più nota al mondo, nonché l'apice professionale in cui il maestro toscano sintetizza ed esplica le sue ricerche estetiche ed espressive.

 

 Vai alla scheda

 



VIGNA DI LEONARDO E CASA DEGLI ATELLANI

 

L'antico vigneto, donato da Ludovico il Moro a Leonardo da Vinci come omaggio alle sue mirabili opere milanesi torna a rivivere nello splendido cortile della rinascimentale Casa degli Atellani.

 

 Vai alla scheda