Visita guidata al PICCOLO teatro STREHLER

seguita da APERITIVO E spettacolo


Milano, Piccolo Teatro Strehler

 

Fondato nel 1947 da Giorgio Strehler, Paolo Grassi e Nina Vinchi con l'intento di dare vita a un'istituzione sostenuta dallo Stato e dagli enti locali in quanto pubblico servizio necessario al benessere dei cittadini, il Piccolo Teatro di Milano è storicamente il primo Stabile italiano, nonché uno dei più conosciuti teatri di prosa in Italia e all’estero. Lo slogan che accompagnò la nascita del Piccolo, “Teatro d’Arte per Tutti” indirizza ancora oggi l'attività del teatro che porta in scena spettacoli di qualità indirizzati al pubblico più ampio possibile, affiancando produzioni storiche e opere contemporanee di grandi registi e attori italiani e internazionali, con un occhio di riguardo alla programmazione per i più piccoli e alla tradizione teatrale italiana, come rivela l'ospitalità ogni anno riservata alla Compagnia di marionette Carlo Colla & Figli.

 

Il Piccolo gestisce tre sale: la sede storica, il Piccolo Teatro Grassi, ospitato nello storico Palazzo Carmagnola, oggetto di un recente restauro che ha portato a nuovo splendore il chiostro rinascimentale; lo spazio sperimentale del Teatro Studio Mariangela Melato, edificio dove è ospitata anche la Scuola di Teatro e il Piccolo Teatro Strehler, la sede principale progettata da Marco Zanuso e inaugurata nel gennaio 1998. 

 

La visita guidata al Piccolo Teatro Strehler vi porterà alla scoperta della più recente e più grande tra le sale del Piccolo Teatro in percorso che dalla sala del teatro si svilupperà in ambienti abitualmente non accessibili al pubblico quali la sartoria e l'attrezzeria. Un viaggio dietro le quinte per scoprire segreti, aneddoti e curiosità legati alla storia del teatro italiano e dei suoi più importanti protagonisti, che hanno fatto del Piccolo Teatro un vero e proprio polo culturale, artistico e artigianale, cittadino ed europeo.

 

Ogni visita sarà seguita da un aperitivo presso un locale in prossimità del Piccolo Teatro Strehler e da uno spettacolo della programmazione 2018/2019.

 

 

Durata della visita guidata: 150 minuti circa (visita al Teatro e aperitivo) + spettacolo (durata variabile - vedi programma)

Ritrovo: 15 minuti prima

Dove: davanti all'ingresso del Piccolo Teatro Strehler, Largo Greppi 1


 

Prezzo per la visita guidata al Piccolo Teatro Strehler seguita da spettacolo:

Il prezzo comprende:

- Biglietto ridotto posto platea per lo spettacolo:

Spettacolo Nel tempo degli dei: € 26; € 18 per over65

Spettacolo Il ragazzo dell'ultimo banco: € 26; € 18 per over65

Spettacolo La tempesta: € 25; € 16 per over65

- Aperitivo presso locale in prossimità del teatro

- visita guidata al Teatro Strehler condotta dal personale interno del Piccolo Teatro, accompagnamento di una guida laureata in storia dell'arte con patentino abilitativo alla professione tessera e bollino Milanoguida che consentono l'accumulo di bonus per ottenere una visita guidata gratuita.

 

Totale:

Spettacolo Nel tempo degli dei + aperitivo + visita guidata: € 43; € 35 per over65

Spettacolo Il ragazzo dell'ultimo banco + aperitivo + visita guidata: € 43; € 35 per over65

Spettacolo La tempesta + aperitivo + visita guidata: € 42; € 33 per over65

 

N.B. Chi fosse interessato alla quota ridotta over65 è invitato a farne richiesta per telefono allo 0235981535 o via mail all'indirizzo info@milanoguida.com prima di procedere all'acquisto. 

 

In caso di cancellazione della prenotazione, verrà in ogni caso trattenuto l'importo per il biglietto dello spettacolo.

 

 

 

Programma della visita di venerdì 29 marzo ore 17.30 - TUTTO ESAURITO

17.30: visita guidata al Piccolo Teatro Strehler

18.45: aperitivo

20.30: spettacolo "Nel tempio degli dèi" (2 ore senza intervallo) presso Piccolo Teatro Strehler

 

Dettagli spettacolo

NEL TEMPO DEGLI DEI

IL CALZOLAIO DI ULISSE

di Marco Paolini e Francesco Niccolini

con Marco Paolini

e con Saba Anglana, Elisabetta Bosio, Vittorio Cerroni, Lorenzo Monguzzi, Elia Tapognani 

scenofonia, luminismi e stile Roberto Tarasco

regia Gabriele Vacis

produzione Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa e Jolefilm

 

Da alcuni anni Marco Paolini esplora il personaggio di Ulisse, i primi passi risalgono al 2003, nel sito archeologico di Carsulae, con le improvvisazioni musicali di Giorgio Gaslini e Uri Caine, e la scena di Arnaldo Pomodoro. Nel 2013, a Milano, all’interno di un ciclo di incontri parallelo alle repliche di Odyssey di Bob Wilson al Teatro Strehler, aveva proposto al pubblico una rilettura di quel lavoro. Oggi, con la collaborazione alla scrittura di Francesco Niccolini e la regia di Gabriele Vacis, quella narrazione ha trovato il suo centro negli dèi, burattinai del destino umano.

Il calzolaio del sottotitolo è l’aedo, che cuce la storia intorno al corpo e alla personalità di Ulisse come l’artigiano fa con un paio di scarpe.

«I poemi della tradizione omerica sono la base del pensiero occidentale e del nostro comune sentire. La sfida è dare suono a quei libri, entrare in un flusso, in una “consonanza”, che ci permetta di ricreare l’in-cantesimo dell’originale. Omero racconta un’epoca di dei, semidei ed eroi. Oggi, le potenzialità che il progresso ci ha regalato fanno sì che siamo noi, occidentali, le divinità di questo mondo. Abbiamo un potere immenso che richiede un bilanciamento».

È un Ulisse che ha molto vissuto, viaggiato, sofferto quello al quale pensa Paolini. Un uomo ormai anziano, da più di vent’anni lontano dalla sua casa, Itaca, dove lo aspettano una donna dall’indole complessa e un ragazzo che non conosce ma che pure è suo figlio. Giunto quasi al termine della sua esistenza terrena, continua a essere un mentitore, ama celare la propria identità e, prima di parlare, riflette; ma quando parla, incanta. 


 

Programma della visita di mercoledì 17 aprile ore 17.30

17.30: visita guidata al Piccolo Teatro Strehler

18.45: aperitivo

20.30: spettacolo "Il ragazzo dell'ultimo banco" (durata: da definire) presso Piccolo Teatro Studio

 

Dettagli spettacolo

IL RAGAZZO DELL'ULTIMO BANCO

di Juan Mayorga

traduzione Antonella Caron

regia Jacopo Gassmann

scene Guido Buganza, costumi Giada Masi

luci Gianni Staropoli, movimenti Alessio Maria Romano

con (in ordine alfabetico) Pierluigi Corallo, Alfonso De Vreese, Fabrizio Falco, Pia Lanciotti, Danilo Nigrelli, Mariángeles Torres

produzione Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa

 

I protagonisti di Il ragazzo dell'ultimo banco sono un professore di letteratura di liceo e un suo allievo. Claudio siede sempre all’ultimo banco, viene da una famiglia disagiata: la madre lo ha abbandonato da piccolo e il padre vive nell’ombra. Apparentemente in disparte, Claudio rivela un particolare talento per la scrittura nel momento in cui svolge il tema proposto dall’insegnante. Racconta “a puntate” il rapporto con un compagno di classe che aiuta nei compiti di matematica e del quale ha preso a frequentare la casa, molto borghese, e la famiglia, profondamente diversa dalla sua. Sarà vero quel che descrive, o si prende gioco del professore?

Segnato dalla tensione narrativa di un thriller e immerso in un registro di feroce satira, il testo descrive una società in cui la forbice economica appare divaricata e l’ascensore sociale bloccato. È anche un’affascinante riflessione sulla scrittura, sul suo potere pervasivo, sui limiti etici che la sottendono e sui fantasmi che la popolano.


 

Programma della visita di mercoledì 22 maggio ore 17.30

17.30: visita guidata al Piccolo Teatro Strehler

18.45: aperitivo

20.30: spettacolo "La tempesta" (durata: da definire) presso Piccolo Teatro Strehler

 

Dettagli spettacolo

 

LA TEMPESTA

di William Shakespeare

traduzione Nadia Fusini

adattamento Roberto Andò e Nadia Fusini

regia Roberto Andò

scena Gianni Carluccio

light designer Angelo Linzalata

costumi Daniela Cernigliaro

con Renato Carpentieri, Vincenzo Pirrotta, Filippo Luna, Paolo Briguglia, Giulia Andò, Fabrizio Falco, Gaetano Bruno, Paride Benassai

produzione Teatro Biondo Palermo

 

Roberto Andò cominciò a nutrire il desiderio di allestire La tempesta di Shakespeare quando si accingeva a girare il film Il manoscritto del principe, dedicato a Tomasi di Lampedusa, intuendo un filo sottile a collegare Prospero e Don Fabrizio Salina, protagonista de Il gattopardo.

«Leggevo – spiega – quel che lo stesso Lampedusa aveva scritto della Tempesta per raccontarla ai suoi allievi. Ne parlava come di un ultimo slancio dell’immaginazione, da Shakespeare affidato a un brio indiavolato. La tempesta appartiene a quel florilegio di opere accomunate dalla tardività, attraverso cui autori molto diversi tra loro hanno espresso in forma drammatica il proprio rapporto col mondo e col tempo. Ma nel capolavoro di Shakespeare tutto sembra conciliato – non a caso si tratta di una favola – e l’autore vi trasfonde uno spirito nuovo, di riconciliazione e serenità ».

Nel ruolo di Prospero Renato Carpentieri «un attore – continua il regista – che è giunto all’essenza del suo grandissimo talento ».

 

 

DATE DISPONIBILI PER LE VISITE GUIDATE


Termini di cancellazione delle prenotazioni:

 - Cancella gratuitamente la tua prenotazione fino a 3 giorni prima della visita guidata (rimborso 100%).

 - Rimborso del 50% se la cancellazione avviene tra 72 ore e 24 ore prima della visita guidata. 

 - Nessun rimborso se la cancellazione avviene nelle 24 ore precedenti la visita guidata.

In caso di cancellazione della prenotazione, verrà in ogni caso trattenuto l'importo per il biglietto dello spettacolo.

Per qualsiasi chiarimento leggi per intero Termini e Condizioni o contattaci a info@milanoguida.com o allo 0235981535.

 

Altre date per la visita guidata al Piccolo Teatro Strehler seguita da spettacolo

saranno disponibili prossimamente.

Iscriviti alla newsletter per conoscerle in anteprima!

 

Newsletter

 

 

 

 

 

 

Condividi se ti piace!