Il Liberty al Cimitero Monumentale


 

Il Liberty è uno degli stili artistici che più contraddistingue il panorama culturale di Milano e fra le zone della città che manifestano espressamente questo stile, come la zona di Porta Venezia e la zona di Corso Magenta, il Cimitero Monumentale merita sicuramente una menzione di rilievo.

 

Costituitosi tra la seconda metà dell'Ottocento e i primi decenni del Novecento, infatti, la storia del Cimitero Monumentale si sovrappone al periodo in cui il Liberty si sviluppava, si raffinava e si diffondeva nel gusto della nostra città, dando la possibilità ad artisti e scultori di provarsi con il nuovo stile fra le sue tombe. Di contro, lo stile Liberty, così grandioso e così abbondante al Cimitero Monumentale di Milano, ha sicuramente contribuito a rendere il Cimitero Monumentale un museo a cielo aperto, nonché uno dei cimiteri esteticamente più importanti al mondo.

 

L'itinerario tematico del Liberty al Cimitero Monumentale è dunque più di un omaggio alla città di Milano e porta alla scoperta dell'eleganza delle forme del Liberty, alla sua poetica e ai suoi massimi esperti: da Enrico Butti a Leonardo Bistolfi, da Bazzaro ad Adolfo Wildt, viaggeremo tra fiori liberty e poetiche simboliste, tra i tanti "Sogni" del Cimitero Monumentale, alle "Case del Sonno", in un momento storico in cui la sinergia tra il grande stile fiorito e la monumentalità del Cimitero rendevano Milano una delle capitali del gusto e dell'avanguardia europea.

 

In questo periodo, le visite guidate al Cimitero Monumentale vengono svolte a capienza limitata. Nell'eventualità in cui rimanga un solo biglietto disponibile per una specifica fascia oraria, la selezione dei biglietti permette l'acquisto del singolo biglietto rimanente: in questo caso non è possibile aggiungere ulteriori biglietti, nemmeno telefonicamente.