La figura della donna nell'arte dell'Ottocento


Galleria d'Arte Moderna - Milano, via Palestro 16

Indagare i cambiamenti che l'arte riserva alla figura femminile nell'Ottocento significa fare un vero e proprio excursus nella storia del pensiero e della cultura italiani.

 

Infatti, tra i tanti soggetti a cui la variegata arte del XIX secolo si dedica, la donna è sicuramente uno di quelli che si modificano e si trasformano in maniera più radicale e curiosa, seguendo passo per passo il diffondersi di nuove idee, di nuove vicissitudini storiche e di nuove mode.

 

La visita condurrà attraverso tutti gli aspetti che le donne e la loro rappresentazione artistica  subiscono nel corso di un secolo, passando dall'essere la figura angelicata e ideale nel Neoclassicismo, fino alla sensualità esasperata del Romanticismo. E poi ancora dalla vita quotidiana colta dalle pennellate del Realismo, alla donna politicamente impegnata nelle vicende risorgimentali, fino alle tante donne diverse dell'orientalismo, della Belle Époque e del Simbolismo, dove la donna è vista innanzitutto come madre e quindi come principio creatore della vita.

 

E' la storia d'Italia, che passando dalla pittura accademica di gusto neoclassico fino alle pennellate di colore veloce della Scapigliatura e del Divisionismo, si delinea attraverso le vesti, le acconciature e sopratutto i ruoli delle tante donne che popolano le 30 sale della Galleria d'Arte Moderna, in un percorso tematico curioso ed affascinante. 

 

 

N. B. Nei pomeriggi del primo e terzo martedì del mese l'ingresso al Museo è gratuito, pertanto è proposta una tariffa agevolata di 12 € prevista per l'iniziativa I mARTEdì di Milanoguida. Scopri di più!