CONNESSIONI CULTURALI

babilonia

Connessioni Culturali: Babilonia

 

L’appuntamento delle Connessioni Culturali dedicato alla città di Babilonia (o Babele) è l’occasione per viaggiare nel passato e andare alla scoperta di una delle più importanti città del mondo antico, un luogo celebrato per la sua straordinaria magnificenza e divenuto nel tempo quasi mitologico.

 

Situata nell’ampia pianura fertile che si estende tra i fiumi Tigri ed Eufrate, in un’area a 80 km a sud dell’attuale Baghdad, la città di Babilonia ha origini antichissime che risalgono al II millennio a.C. Dominata da diverse civiltà locali come i Sumeri e i Semiti, fu con il babilonese Hammurabi (1728-1686) che la città di Babilonia divenne il centro di un regno che andava dalla Siria fino all’Assiria. Nei secoli si susseguirono differenti dinastie locali tra cui quella caldea di Nabopolassar cui apparteneva il celeberrimo Nabucodonosor II, il valoroso re e generale che portò Babilonia al suo stato di maggiore potenza e splendore.

 

Fu proprio Nabucodonosor II (634-562 a.C) a dotare Babilonia di nuove magnifiche architetture, oltre che a far costruire un imponente sistema di mura difensive, così come strade, canali, ziqqurat e palazzi. Secondo la tradizione, è sempre a questo sovrano babilonese che si deve la costruzione dei famosi Giardini Pensili di Babilonia, una delle Sette Meraviglie del Mondo Antico, la cui reale esistenza è tuttavia oggi assai discussa. Citato più volte nell’Antico Testamento, Nabucodonosor II si rese colpevole della distruzione del Tempio di Salomone a Gerusalemme e di quello che è noto come l'‘Esilio Babilonese’, ossia la prima deportazione del popolo ebraico, creando così la storica contrapposizione tra Babilonia – la città della perdizione – e Gerusalemme – la città di Dio.

 

Conquistata dai Persiani di Ciro II nel 538 a.C., la città di Babilonia venne infine soggiogata da Alessandro Magno nel 331 a.C. mantenendo comunque una significativa importanza, prima di iniziare a subire invasioni e conquiste da parte di altre potenze, come i Parti e i Seleucidi, fino a essere inglobata nell’Impero Romano sotto Traiano, quando ormai la città appariva però già in uno stato di notevole decadenza e abbandono.

 

La Connessione Culturale dedicata a Babilonia ci permetterà di esplorare – anche solo virtualmente – la storia, il passato glorioso e la leggendaria bellezza di questa straordinaria città antica, la cui scoperta archeologica è stata motivo di un rinnovato interesse cui si sono mescolate nel tempo anche le drammatiche vicissitudini dell’Iraq moderno.

 

Al termine dell'incontro sarà possibile porre domande alla guida, scambiarsi idee e commenti, rendendo quest'esperienza virtuale un momento vivo e vivace di dibattito artistico.