/NEWS   

Il dietro le quinte della NATIONAL GALLERY DI LONDRA

Redazione Milanoguida - 2 aprile 2020

Vi siete mai chiesti cosa accada dietro le quinte dei musei? E soprattutto, cosa succede quando si deve restaurare un’opera d’arte o delle cornici? E come si fa per scoprire i disegni preparatori sotto lo strato di pellicola pittorica?

 

A queste domande rispondono i bellissimi video realizzati dalla National Gallery di Londra, disponibili sul loro sito nella sezione “Go behind the scenes at the Gallery” oppure sul loro canale YouTube.

 

Sarà questa, infatti, un’occasione preziosa per avventurarsi nei laboratori dell’importante museo londinese, a cui solamente gli addetti ai lavori hanno solitamente accesso, e scoprire procedimenti e informazioni affascinanti.

 

Per esempio, quando si è deciso di restaurare la monumentale tela di Antooon van Dyck raffigurante “Re Carlo I a cavallo” (1636), uno dei dipinti più grandi della collezione della National Gallery, l’impresa era certamente ardua. I tre video realizzati per l’occasione documentano la storia del dipinto e i passaggi intrapresi per giungere al completamento del restauro: https://www.nationalgallery.org.uk/support-us/getty-project-relining-van-dycks-equestrian-portrait-of-charles-1

 


Altri video esplorano invece il mondo delle cornici. Infatti, quando si va a visitare un museo ci si sofferma sulle opere d’arte, spesso dimenticandosi delle cornici che, tuttavia, sono esse stesse opere d’arte. I musei difatti le conservano o acquistano o creano ex novo e poi le restaurano con grande cura. Questo video ci consente di sbirciare nei laboratori del Dipartimento di Cornici del museo, dove gli specialisti ci svelano i segreti e l’importanza di questi oggetti: https://www.nationalgallery.org.uk/behind-the-scenes/behind-the-scenes-in-framing

La maggior parte delle cornici è poi dorata. La loro decorazione avveniva grazie all’utilizzo di gesso, argilla e foglie d’oro; ancora oggi sono gli stessi procedimenti a venire impiegati per restaurarle. L’applicazione delle foglie d’oro è certamente uno dei momenti più speciali ed emozionanti di quest’arte: https://www.nationalgallery.org.uk/behind-the-scenes/framing-gold

 

Altri video, invece, ci consentono di esplorare da vicino l’importanza delle cosiddette tecniche diagnostiche applicate all’arte, il cui impiego ha portato alla scoperta di dettagli e informazioni che non avremmo avuto altro modo di scoprire. Un esempio è l’utilizzo della reflettografia a infrarossi per studiare il famoso “Ritratto dei coniugi Arnolfini” di Jan van Eyck. L’impiego di questa tecnologia consente infatti di vedere cosa si cela sotto lo strato della pellicola pittorica, svelando così i disegni preparatori che l’artista ha realizzato sul supporto prima di procedere all’esecuzione del dipinto: https://www.nationalgallery.org.uk/behind-the-scenes/under-van-eycks-arnolfini-portrait

 

Questi e molti altri video ancora sono disponibili sul canale YouTube della National Gallery: https://www.youtube.com/user/nationalgalleryuk/videos

 

Buona scoperta!

 /ALTRE NEWS, CURIOSITÀ, APPROFONDIMENTI  


 / VISITE GUIDATE CORRELATE