/NEWS   

LUCA GIORDANO al Museo di Capodimonte

Redazione Milanoguida - 8 aprile 2020

Tra i dispiaceri causati dalla pandemia in corso, vi è sicuramente quello di non poter visitare e apprezzare quelle mostre d’arte su cui curatori, esperti e musei hanno lavorato per anni. Gli enti non sono però rimasti con le mani in mano e hanno pensato a nuove strategie per veicolare i contenuti delle mostre, facilitandone la fruizione anche da remoto.

 

Ne è un esempio il Museo di Capodimonte a Napoli, una realtà museale di straordinaria importanza, ricca di storia e capolavori. Proprio in questi giorni si sarebbe dovuta tenere l’inaugurazione della mostra dedicata al più grande e prolifico pittore del Seicento napoletano, Luca Giordano (1634-1705) dal titolo “Luca Giordano. Dalla Natura alla Pittura”.

 

La mostra era stata prima allestita al Petit Palais di Parigi, dal 14 novembre 2019 al 23 febbraio 2020, riscuotendo un grande successo di critica e pubblico. La rassegna curata da Stefano Causa e Patrizia Piscitello – rivista e modificata - si sarebbe ora spostata proprio al Museo di Capodimonte che ha deciso però di dare ugualmente vita a una inaugurazione della mostra!

 

Si tratta chiaramente di una inaugurazione virtuale, che intende celebrare il grande pittore napoletano e i suoi molti meriti, attraverso appuntamenti che si sono susseguiti sul sito e piattaforme social dell’ente museale.

 

Si è iniziato il 5 aprile con una presentazione in anteprima della spettacolare mostra, ad opera di uno dei suoi due curatori, Stefano Causa: http://www.museocapodimonte.beniculturali.it/litalia-chiamo-capodimonte-oggi-racconta-la-mostra-luca-giordano-dalla-natura-alla-pittura/?fbclid=IwAR3J5sIfh3Oqn-muAff2ajKOj5-Q-3INeqD2sLXodDzZ68s0XewXbSFAP6c

 


Come si legge nel testo approntato per l’occasione, “Giordano reinventa il barocco romano in una versione aggressiva e come scatenata: Rubens, Cortona e Bernini stanno sempre alle spalle. Ma si capisce che per saltar meglio ha preso la rincorsa lunga scegliendosi, tra i maestri, Tiziano e Veronese.” 

 

Il 6 aprile è stata la volta del Direttore del Museo e Reale Bosco di Capodimonte, Sylvain Bellenger, che, coadiuvato da un video ora disponibile su YouTube (http://www.museocapodimonte.beniculturali.it/litalia-chiamo-capodimonte-oggi-racconta-in-modo-virtuale-la-mostra-luca-giordano/), ha illustrato i più importanti capolavori presenti in mostra.

Infine, il 7 aprile è toccato alla co-curatrice Patrizia Piscitello e alla storica dell’arte Alessandra Rullo introdurci all'avvincente storia che nei secoli ha portato molti dipinti di Luca Giordano ad approdare nelle sale del Museo di Capodimonte: http://www.museocapodimonte.beniculturali.it/litalia-chiamo-capodimonte-oggi-racconta-linaugurazione-virtuale-della-mostra-luca-giordano/?fbclid=IwAR0kttKdkKWQBWyPajnkpA1ezkWE1eO6PjSNNW_PmJDS7fPnJ7mfO8mf4IU

 

Un’ottima introduzione all’argomento, nell’attesa di poter ammirare questi capolavori vis-à-vis! 

 /ALTRE NEWS, CURIOSITÀ, APPROFONDIMENTI  


 / VISITE GUIDATE CORRELATE