/NEWS   

Le meraviglie dell'ERMITAGE direttamente a casa!

Redazione Milanoguida - 9 aprile 2020

Tutti conosciamo, anche solo per fama, il Museo Statale dell’Ermitage, con sede a San Pietroburgo. Situato in un palazzo imperiale di stupefacente bellezza sul lungofiume della Neva, l’Ermitage è tra i musei più importanti al mondo con una collezione vastissima e di indiscutibile importanza.

 

Forse meno nota è la Fondazione Ermitage Italia, istituita a Venezia nel 2013 con il patrocinio dei governi italiano e russo. Compito precipuo della Fondazione è quello di valorizzare i legami che il museo russo ha avuto con il nostro paese fin dalla sua fondazione, creando sempre nuove opportunità di ricerca e collaborazione: https://www.facebook.com/ErmitageItalia/

 

È in virtù di questo rapporto speciale che nei giorni scorsi il Direttore Generale dell’Ermitage - Michail Piotrovsky - ha rivolto all’Italia un messaggio di vicinanza e incoraggiamento, inaugurando un’iniziativa di grande fascino: portare le collezioni conservate presso l’Ermitage dentro le nostre case, con visite guidate svolte in italiano dagli specialisti del museo!

 

Come infatti affermato da Piotrovsky, “Saremo veramente felici se i nostri amici […] sentissero un po’ del calore che da sempre irradia l’Ermitage, che irradia per tutti, e lo sentiamo specialmente nelle nostre sale italiane, una piccola parte di Italia qui, sulla costa baltica […]”.

Il primo appuntamento è andato in onda il 27 marzo. In questa occasione Olga Macho, responsabile del dipartimento di Educazione del museo, ha accompagnato i visitatori “virtuali” alla scoperta delle sale nobili del Palazzo d’Inverno, che fu la principale residenza invernale degli zar: https://www.youtube.com/watch?v=_iX9c7o3zQc&fbclid=IwAR1YgXebn2KzBNpVf76gSqqeaT5-I1Ep6ymOcz2_bY-NlNUxS1kyArTRIV0

 


Il secondo appuntamento è stato il 2 aprile, quando Irina Artemieva, curatrice della pittura veneta dell'Ermitage, ci ha svelato la ricchezza e la bellezza delle collezioni di arte veneta conservate presso il museo: https://www.youtube.com/watch?v=Xa6eA4slIyo&fbclid=IwAR1gwkEBCD1Z_v3NuSOOc8F_b7Oti8Ddzv3zIRiYkEOTMld7TDVAi0vp2NU

Come spiegato durante la visita guidata, duecento anni fa fu Téophile Gautier a inventare una metafora poi divenuta celeberrima: i canali di San Pietroburgo rendono la città russa la Venezia del Nord. La curatrice spiega che questa metafora è anche giustificata dall’ampia collezione di arte veneta del museo, soffermandosi infine su cinque vedutisti e i loro capolavori: Canaletto, Carlevarjis, Guardi, Marieschi e Bellotto.

 

Il terzo appuntamento è stato ieri, il 9 aprile, quando Olga Macho ci ha accompagnato in una suggestiva passeggiata in compagnia dei capolavori italiani eseguiti tra il Trecento e il Cinquecento. La visita giunge al termine con la famosa “Madonna Benois” di Leonardo Da Vinci: https://www.youtube.com/watch?v=YMNExoCVYxU&feature=youtu.be&fbclid=IwAR0tJGd0fh8_SsPI4GZXBL-FIuXEO_DIAdBxmaJElqMP9her1E2GwJ5QQpE

(la visita guidata in italiano inizia al minuto 1:30)

 

Gli appuntamenti vengono man mano segnalati sulle pagine delle piattaforme social di Ermitage Italia: https://www.facebook.com/ErmitageItalia/ e i video restano poi disponibili su YouTube.

 /ALTRE NEWS, CURIOSITÀ, APPROFONDIMENTI  


 / VISITE GUIDATE CORRELATE