/NEWS   

Il meglio dell'arte fiamminga!

Redazione Milanoguida - 27 aprile 2020

 

Per il 2020 il Museum of Fine Arts di Gand (MSK) aveva organizzato uno straordinario evento: la più grande mostra mai realizzata sul rivoluzionario pittore fiammingo Jan van Eyck (c. 1390-1441), dal titolo “Van Eyck. An Optical Revolution”.

 

Ad oggi, in tutto il mondo, sono rimaste solamente venti opere del grande pittore. Per l’occasione, circa la metà delle opere realizzate da van Eyck sono state portate a Gand (o Ghent), insieme alle copie di quei dipinti dell’artista che purtroppo sono scomparsi nei secoli, oltre a un centinaio di altri capolavori. Un’occasione imperdibile per tutti gli amanti della pittura fiamminga, ma più in generale per gli appassionati d’arte!

 

La scelta della città di Gand non è certamente causale: è infatti proprio nella città belga che è conservato il celeberrimo Polittico di Gand (o Polittico dell’Agnello Mistico), una delle opere d’arte più famose al mondo, realizzata proprio da Jan van Eyck tra il 1426 e il 1432 e custodita nella Cattedrale di San Bavone. 

 

Il Polittico è composto da 12 pannelli in legno di quercia. Ciascun pannello è stato dipinto da van Eyck sul lato anteriore, e ben 8 pannelli sono stati dipinti anche sul lato posteriore. Questa monumentale opera d’arte ha affascinato visitatori e studiosi attraverso i secoli, e le sue parti sono state al centro di molte vicissitudini, venendo spostate, smembrate, rubate, vendute. 

 

Nel 2010 si decise di intraprendere una campagna di restauro dei pannelli laterali del polittico, restauro che avvenne presso il Museum of Fine Arts di Gand. Per l’occasione, venne lanciata una piattaforma online che potesse documentare il restauro e permettere a tutti di ammirare il Polittico a una distanza ravvicinata, cosa impossibile dal vero: http://closertovaneyck.kikirpa.be/

 

Il restauro dei pannelli centrali del Polittico, invece, è stato terminato da poco, ed il risultato finale è stato mostrato al mondo all’interno della mostra sopra-citata che ha inaugurato il 1 febbraio scorso. Una mostra evento che però, purtroppo, ha dovuto chiudere poco dopo a causa della pandemia da COVID-19: https://vaneyck2020.be/en/

 


Per l’occasione, e per permettere a quante più persone possibili di ammirare i capolavori dell’artista ed il restauro completato del Polittico, sono state intraprese diverse graditissime iniziative online. 

 

Ad esempio, è stata resa disponibile l’audioguida della mostra, che ci consentirà così – anche solo virtualmente – di trasportarci al cospetto dei capolavori e di apprezzarli: https://www.mapmyvisit.com/viewtour/3632/en/F81934B55CD19D33E8B5AE90A5F77A5C

 

Ma c’è di più! VisitFlanders ha organizzato una iniziativa dal nome “The Stay-at-Home Museum”: una serie di video con illustri esperti che ci conducono alla scoperta dei più grandi artisti fiamminghi visitando i musei della nazione. Il primo episodio non poteva che essere dedicato proprio a Jan van Eyck e alla mostra ora purtroppo chiusa!

 

In questa prima puntata siamo accompagnati da Till-Holger Borchert, il direttore dei musei di Bruges e uno dei curatori della mostra, che con eloquenza ci accompagna sala per sala alla scoperta della mostra e delle opere ivi esposte: https://www.youtube.com/watch?v=1IZxr6eGJqk&t=1399s

 

Il secondo episodio è dedicato invece a un altro grande protagonista della pittura fiamminga, Pieter Bruegel (circa 1525/1530-1569). In questo caso è Michel Draguet, Direttore del Royal Museums of Fine Arts of Belgium, a svelarci i segreti delle composizioni di Bruegel, popolate da infiniti personaggi e dettagli, e ambientate in suggestivi paesaggi: https://www.youtube.com/watch?v=TaoXJUPTS0w&t=110s

 

Il terzo episodio è dedicato al grande pittore fiammingo che seppe incendiare la pittura europea del Seicento: Peter Paul Rubens (1577-1640). Ad accompagnarci alla scoperta dell’artista e dei segreti della sua arte è Ben Van Beneden, il Direttore della Rubenshuis, il palazzo ad Anversa dove Rubens visse con la sua famiglia. Il palazzo è oggi un museo che ospita molte opere dell’artista barocco:  https://www.youtube.com/watch?v=59xZOy-1H5E&t=119s

 

Gli appuntamenti non finiscono qui. La serie “The Stay-at-Home Museum” continua e maggiori aggiornamenti si possono trovare sulla pagina Facebook: https://www.facebook.com/visitflanders/ o sul profilo YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCsJPmSGmMMpS8DGGPs3iAtg 

 

Buona visita!

 /ALTRE NEWS, CURIOSITÀ, APPROFONDIMENTI  


 / VISITE GUIDATE CORRELATE