CONNESSIONI CULTURALI

Gli uffizi a 360°: la sezione veneta

 

L'incontro virtuale dinamico a 360° dedicato alla sezione veneta Galleria degli Uffizi prende in analisi la collezione di pittura veneziana del Cinquecento, che grazie alla passione per l’arte e alla committenza delle famiglie de’ Medici e della Rovere, è una tra le più importanti al mondo.

 

Pensata come approfondimento della Connessione Culturale dedicata alla Galleria degli Uffizi, la visita virtuale è un vero e proprio tour in 3D all'interno delle sale dedicate ai capolavori veneti e offrirà l'occasione di soffermarsi sulle opere collocate nelle restaurate e inaugurate nel 2019, dominate dalla Venere di Urbino di Tiziano, straordinario esempio di nudo nell'arte, che nell'Ottocento ispirerà Manet per la sua Olympia. L'opera, portata a termine nel 1538 su commissione del Duca di Urbino Guidobaldo II Della Rovere, rappresenta un'allegoria del matrimonio, all'interno della quale il cane è simbolo di fedeltà coniugale. Tra le opere eminenti della sezione sono da menzionare la Flora, sempre di Tiziano e l'affascinante Ritratto di guerriero di Giorgione.

 

Ad arricchire il recente riallestimento delle sale dedicate alla pittura veneta concorrono le opere di Lorenzo Lotto, Tintoretto e Veronese, molte delle quali da tempo non più visibili e che grazie alla nuova tecnologia in 3D potremo visitare come se fossimo a Firenze!

 

La Connessione Culturale dedicata ai capolavori del Cinquecento veneziano ci permetterà di scavalcare tempo e spazio per scoprire uno dei più fecondi e complessi momenti della storia dell'arte, in una passeggiata virtuale ma dinamica nelle monumentali sale del museo e di suoi inestimabili capolavori.

 

Al termine dell'incontro sarà possibile porre domande alla guida, scambiarsi idee e commenti, rendendo quest'esperienza virtuale un momento vivo e vivace di dibattito artistico.

 

Su concessione del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo - le Gallerie degli Uffizi.